Apriamo un e-commerce? Le domande del cliente tipo

Scritto da Alfonso Macrì on . Postato in E-commerce

16 Flares Facebook 0 Twitter 6 Google+ 2 LinkedIn 8 16 Flares ×

Aprire un sito e-commerce oggi è la soluzione per estendere la propria offerta a clientela potenzialmente distante. Con la crisi economica che ha fatto chiudere i battenti ad attività tradizionali, l’e-commerce è diventato l’ancora di salvezza alla quale si sono aggrappate aziende non sempre pronte a reinventarsi sulla vendita online.

Notebook sito e-commerce

Fonte: http://bit.ly/1eD5k1w

Mi fai un sito e-commerce low-cost?

Domanda retorica! Mi piace ricordare a chi pone queste domande che spesso l’entità dell’investimento va di pari passo con il ritorno economico ma…Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire! Si tende a credere che investire sul web sia la scelta più economica ma non è così, basti pensare quanto lavoro c’è dietro l’apertura di uno negozio fisico, ebbene perchè non dovrebbe essere così per un negozio online?

Ti pago a percentuale su ogni vendita?

Così sei più motivato a lavorare bene! Beh la schiavitù è finita da un pezzo e la beneficenza si fa a chi ne ha veramente bisogno. Sia chiara una cosa: se fai un lavoro devi essere pagato senza se e senza ma. Ancora una volta non viene dato il giusto credito al lavoro un pò per ignoranza e un pò perchè spesso si pretende tutto e subito. E’ come se, volendo costruire una fabbrica, non pagassimo i muratori ed i piastrellisti a lavoro ultimato costringendoli ad una retribuzione in funzione delle vendite future dell’azienda stessa.

Perchè nessuno acquista o visita il mio e-commerce?

Cliente tipo disperato al pcDomanda da un milione di dollari! A seconda del problema ci possono essere diverse risposte. Il processo d’acquisto che si attua in un sito e-commerce, dalla scelta del prodotto al pagamento, è molto delicato.

Ciò significa che se vi è qualche intoppo l’acquisto non va a buon fine. In molti casi i carrelli vengono inesorabilmente lasciati pieni di merce al momento del pagamento senza che l’acquirente vi faccia di nuovo visita.

Cosa succede in questi casi? Cosa porta l’utente ad abbandonare il sito? Potrebbe trattarsi di colli di bottiglia dovuti alla progettazione stessa del sito ma anche ad altri fattori. In ogni caso è buona regola tracciare le visite ed i movimenti dei visitatori attraverso servizi web come Google Analytics che ci permettono di individuare eventuali falle nel percorso d’acquisto.

Un errore che si commette di frequente è quello di aspettare l’acquirente sul proprio sito rimanendo nel frattempo con le mani in mano. Ricordati che nessuno comprerebbe mai dal tuo sito se:

  • Sei uno sconosciuto
  • Non hai recensioni positive in rete/ non hai affatto recensioni/ hai solo recensioni negative
  • Non sei attivo sui social network

Come ovviare a questi problemi? Un buon punto di partenza potrebbero essere le seguenti operazioni:

  • attività di social media marketing
  • campagne  Google Adwords per rendersi visibili
  • attività di article marketing sul proprio sito per incrementare la web reputation

Ok ho capito! Allora modifica solo ciò che non funziona

E’ dura sentirselo dire ma se un sito e-commerce non funziona per i motivi su citati, spesso l’unica soluzione è tirare giù il sito in questione e rifare tutto da capo…E se il cliente oppone resistenza con la tipica frase:
Ma io ho speso Millemila euro per questo e-commerce!

Non rimane che benedire il tuo predecessore e dotarti di tanta pazienza!

I siti web che si occupano di vendita online devono essere fatti con cura ed attenzione. Fare delle scelte sbagliate, affidarsi a professionisti poco seri ed operare delle correzioni ex post è la strada giusta per affossarsi definitivamente. E’ importante agire preventivamente su tutti i fronti lasciando la creazione di un e-commerce a professionisti seri ed affidabili.

Ricorda: il cliente tipo potresti essere tu! Per evitare di diventarlo sul serio tieni bene a mente i consigli che ti ho dato. Se hai avuto le stesse esperienze o hai affrontato problemi diversi fammelo sapere con un commento qui sotto.

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Alfonso Macrì

Alfonso Macrì

Mi chiamo Alfonso Macrì e sono un Web Reputation Manager freelance. Aiuto le aziende ed i privati ad ottimizzare la propria presenza sul web migliorando la reputazione on line.

Lascia un commento

16 Flares Facebook 0 Twitter 6 Google+ 2 LinkedIn 8 16 Flares ×